16 luglio, il giorno più bello

Compleanno 2017 - Federico Fontola

16 luglio, il giorno più bello

Finalmente è arrivato il 16 luglio, sicuramente il giorno più bello dell’anno

Il 16 luglio del 1971 il mondo è cambiato e si è illuminato di una luce nuova.
Dopo un bel po’ di mesetti trascorsi tranquilli al calduccio nella pancia di mia mamma, di buona mattina, per tempo, sono uscito allo scoperto ed ho fatto il primo ruttino.
Per mettere subito le cose in chiaro, come prima cosa, ho fatto la pipì in faccia alla suora che mi aveva preso in carico. E lei si è protetta dal getto dandomi del “Pisuciun!”.

I primi 16 luglio sono stati tutti compleanni piacevoli trascorsi in famiglia. Di solito trascorrevamo la cena al mare, al caldo, nel balcone della casa dei miei nonni. Eravamo tutti abbronzati, mio papà ci raggiungeva da Torino per la mia festa con la sua bella 500 blu scura.
Qualche volta i compleanni coincidevano con i dentini che cadevano.
Il crescere dei miei centimetri di altezza era proporzionale al numero delle candele sulla torta.
L’anno che sono diventato sufficientemente grande, mi è stato regalato un bellissimo gommone giallo, con cui ho fatto impazzire tutti in spiaggia.

Il compleanno dei 18 anni resterà sempre scolpito nella mia memoria, non per i 18 anni, ma perché era finalmente terminata l’attesa e potevo guidare la mia nuova moto potente.
Antefatto: nell’autunno precedente, quando ero ancora abbondantemente minorenne, era passato a miglior vita il mio Tuareg Rally per eccesso di elaborazioni. Avevo convinto i miei genitori a comprarmi una moto più potente (che ovviamente non potevo guidare fino ai 18 anni), spiegando loro che avrei potuto guidarla dai 17 anni in su….
Fatto: loro l’hanno bevuta e me l’hanno comprata. Ma il GFDP del venditore no e, una volta verificati i documenti, si è accorto che ero minorenne e mi ha tirato l’inculata del secolo: si è messo d’accordo con i miei genitori, ha fatto arrivare la moto, l’ha immatricolata e l’ha tenuta in vetrina fino al 16 luglio.
Sono stati per me mesi da incubo: la belva era mia, ma non potevo guidarla… ogni tanto entravo in negozio, ci salivo, la toccavo, le parlavo.
Spesso e volentieri passavo da Corso Regina a qualunque ora della notte e la guardavo dalla vetrina con la lacrimuccia.
Il 16 luglio dei miei 18 anni l’ho finalmente ritirata ed è finito l’incubo…. È stata una libidine spettacolare. Aveva un suono bellissimo, andava fortissimo….
Quella sera ho caricato in moto mia sorella e siamo andati tutti a cena in un ristorante di Stupinigi.
Nonstante tutte le cagate fatte negli anni, non sono mai morto e ne sono uscito indenne.

Il compleanno della maturità è stato un mezzo incubo, perché pensavo che sarei stato bocciato alla maturità, ma per qualche strana congiunzione astrale, o più probabilmente perché i miei genitori hanno corrotto qualcuno pur di levarmi da quel pantano, con mia grande sorpresa, nonostante il mio brillantissimo 2 al 3 di versione di greco, sono stato promosso con un bel 36 di cui vado tanto fiero.
Ho festeggiato con Fabio in campeggio in Toscana. Ci siamo divertiti tanto, giocando quasi tutto il tempo a racchettine sulla spiaggia.

A 21 anni ho preso la mia Y10 GT bella truzza, dotata di cinture di sicurezza con imbottitori rossi della Recaro, sono partito all’alba e sono andato in Inghilterra da Janet nel suo maneggio. Mi ha organizzato una festa bellissima perché per loro il vero compleanno importante è quello dei 21 anni, non quello dei 18.
Io non me lo sono fatto ripetere 2 volte e ne ho approfittato per farmi festeggiare adeguatamente, con tanto di inglesine biondine.

Nel 1992 il mio compleanno è caduto durante “Il viaggio”: 4 amici deficienti, in camper on the road, fino al fondo al Marocco, sfidando dune, guerriglieri, passaggi fuoristrada, guadi, salti, surfate sul tetto del camper, con un passaggio a Barcellona per le Olimpiadi. Alla fine ne siamo usciti indenni ed abbiamo consegnato il camper veramente malconcio al povero Abrate, che per qualche ragione che non ho mai compreso in pieno, ha continuato per anni a mandarmi le tessere fedeltà.

Nel 1996 ho passato il compleanno in un altro viaggio on the road con Francesco in giro per gli Stati Uniti. Abbiamo visto Norma a San Diego e tutti gli angoli più sperduti e pericolosi del Sud America, mangiando le schifezze più luride. Abbiamo partecipato alla sfida della bisteccata da 2 chili ad Amarillo in Texas: abbiamo perso come da programma e ci siamo concessi due coke con ruttino libero al night club lì vicino.

Nel 1998 e 2000 sono stati compleanni divertenti e spensierati al Club Med: facevo l’istruttore di vela, mi hanno fatto grandi feste mentre mi divertivo nella mia oasi di vela, mare, vento e beeeeeep.

Il 16 luglio 2003 ho dormito per la prima volta nella mia nuova casa.

Il 2005 è stato il primo compleanno con Mariella. Da allora sono una persona diversa. Ho smesso con le cagate e ce la godiamo da adulti.

Il 2011 è stato il compleanno più brutto. Mio papà si stava spegnendo ed è stata una cena molto triste, l’ultima tutti insieme. L’unica cosa bella è stata la festa con danzatrici del ventre che mi hanno organizzato al Con Calma Gianleonardo & CO.
Da quell’anno però è iniziato per noi un nuovo percorso, che non è ancora finito e che ci ha consentito di approcciare la vita da punti di vista molto diversi e magicamente è cambiato tutto!

Il 2009 è stato il compleanno più bello: una festa unica dal 16 al 18, giorno in cui si siamo sposati. La festa è continuata per parecchi giorni, con tanti amici ed in luoghi diversi. Con il fegato ormai a pezzi ci siamo spostati a Hyeres e gli abbiamo chiesto gli straordinari.

L’altra sera mia mamma, nella sua nuova modalità da persona innamorata della vita, ci ha offerto una bellissima cena al Circolo dei Lettori. Ieri sera abbiamo visto Luca e Sabrina ed oggi siamo a Rovello City e ci divertiamo qui. Domani partiamo per un nuovo viaggio in Scozia in camper.

Il 16 luglio 1980 è nata Jesse Jane, attrice pornografica statunitense.
Il 16 luglio del 239 a.C. è nato Quinto Ennio, poeta, scrittore e drammaturgo romano.

Il 16 luglio 1969 è stato lanciato l’Apollo 11.
Il 16 luglio 1979 Saddam Hussein è diventato Presidente dell’Iraq.

Grazie a Gianandrea per l’idea. Buon compleanno a me!